PNR 49/72

PNR 49 "Resistenza agli antibiotici"

Il programma nazionale di ricerca «Resistenza agli antibiotici» (PNR 49) intendeva, da un lato, sviluppare metodi e strategie per instaurare un sistema di sorveglianza continuata e, dall’altro, delineare un quadro generale di come questo fenomeno si presenta, in Svizzera, nei batteri provenienti dall’uomo, dagli animali, dall’agricoltura, dalle derrate alimentari e dall’ambiente. In tal modo, è stato possibile valutare la mobilità dei batteri e dei geni resistenti, così come il pericolo che questa mobilità comporta per le possibilità terapeutiche del futuro, e riunire, grazie a studi molecolari sulla formazione delle resistenze, nuove informazioni per lo sviluppo di antibiotici. Nell’ambito del PNR 49 sono inoltre state analizzate le conseguenze sociali, giuridiche, etiche ed economiche di questo fenomeno, come pure un’eventuale nuova regolamentazione per l’impiego degli antibiotici. Avviato nel 2001 e concluso nel 2006, il PNR 49 ha anche fornito lo spunto per fondare ANRESIS, il Centro svizzero per la resistenza agli antibiotici.

Rapporto finale del PNR 49 (in inglese, PDF 5.7 MB)

 

PNR 72 «Resistenza antimicribica»

Il 24 giugno 2015 il Consiglio federale ha varato il nuovo programma nazionale di ricerca «Resistenza antimicrobica» (PNR 72), affidandone l’esecuzione al Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS). I lavori programmati nell’ambito del PNR 72 si concentreranno in misura nettamente maggiore sulle prospettive di applicazione, non da ultimo in considerazione del fatto che negli scorsi anni sono stati compiuti considerevoli progressi nel sequenziamento genico e nell’analisi biochimica di processi cellulari, e che questi progressi permettono ora alla ricerca di adottare nuovi approcci e di trovare nuove soluzioni.

Il PNR 72 intende contribuire alla riduzione della resistenza antimicrobica e, in tal modo, evitare le complicanze nel trattamento delle malattie infettive. Considerata la mobilità con la quale i batteri resistenti si spostano tra esseri umani, animali e ambiente, è stato adottato un approccio globale e interdisciplinare di tipo «one-health», approccio noto anche come «un solo mondo, una sola salute». Il PNR 72, che durerà cinque anni, è stato dotato di un quadro finanziario di 20 milioni di franchi (2017-2021).